Pellet

 

Il legno in pellet è un combustibile ricavato dalla segatura residua dalla lavorazione del legno puro (senza vernici), essiccata e poi compressa in forma di piccoli cilindri di misura regolare (diametro  tra i 5 e gli 8 mm, lunghezza di circa 3 cm) e basso contenuto di umidità (inferiore al 10%).
Questo tipo di combustibile è assolutamente ecologico in quanto ha alcun tipo di collante: la capacità legante della lignina, naturalmente contenuta nel legno, permette di ottenere un prodotto compatto senza aggiungere additivi e sostanze chimiche estranee al legno. 

 

Impatto ambientale

La combustione del pellet avviene in modo „CO2-neutrale“. Infatti è liberata solamente la CO2 che è stata assorbita durante la crescita del legno.

Usando il pellet non si favorisce l’effetto serra, contribuendo alla tutela dell’ambiente.

Questo non si può certo affermare per il gasolio e il metano. Un litro di gasolio contiene ad es. ca. 2,9 kg di CO2, dannosa all’ambiente.

Il danno ambientale causato ogni anno dall’estrazione e soprattutto dal trasporto del gasolio è enorme.

 

Aspetti importanti dell’eco-compabilità del riscaldamento a pellet sono la provenienza del combustibile, l’impatto climatico e l’emissione di sostanze nocive.

Siccome i pellet sono costituiti da legno, materia prima rigenerabile, il loro impatto ambientale è molto minore di quello degli impianti di riscaldamento funzionanti con combustibili fossili.

La sostituzione di vecchi impianti di riscaldamento con nuovi impianti a pellet porta a una notevole diminuzione di elementi inquinanti nell’aria. Cambiando un antiquato riscaldamento a combustibile solido funzionante a legna o carbone e montando un riscaldamento a pellet, le emissioni si abbassano addirittura del 95%!

Incentivazione

Stufe e caldaie a pellet godono di diversi incentivi:

- la Detrazione Irpef 50% per le ristrutturazioni edilizie si applica anche per l'acquisto ex novo e da' diritto a recuperare la metà della spesa sostenuta nell'arco di 10 anni, in 10 rate di pari importo;

- il Conto Termico un contributo erogato direttamente dal GSE per due anni; varia in base alla zona climatica e alla potenza installata e si rivolge solo alle sostituzioni di apparecchi già installati: stufe a legna o vecchie stufe a pellet, caldaie a  biomassa o a gasolio.

Solo le aziende agricole possono beneficiare dell'incentivo per un'installazione ex novo.